Stampa

Image Sono importanti, in considerazione anche delle particolari difficoltà riscontrate dal mondo imprenditoriale per accedere al credito bancario, le disposizioni previste dal Fondo Centrale di Garanzia per le piccole e medie imprese istituito con Legge n. 662/96 e regolamentato dal D.M. Attività Produttive del 23/09/2005 che stabilisce le condizioni di ammissibilità e le modalità operative del fondo.

 

L'importante disposiziine legislativa permette ad una PMI che necessiti di un finanziamento finalizzato all’attività di impresa, di chiedere all'Istituto di Credito di garantire l’operazione con la garanzia dello Stato. Rivolgendosi al Fondo centrale di Garanzia l’impresa non ha un contributo in denaro ma ha la concreta possibilità di ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive (e quindi senza costi di fidejussioni o polizze assicurative) sugli importi garantiti dal Fondo, che interviene fino al 60 (o all’80% in alcuni casi) del finanziamento richiesto, fino ad un massimo di 1,5 milioni di euro. Le operazioni ammissibili sono:
  1. Finanziamenti a medio lungo termine
  2. Prestiti partecipativi
  3. Partecipazioni
  4. Altre operazioni nei limiti  previsti dal Regolamento “De minimis”
  5. Finanziamenti finalizzati al reintegro del capitale circolante concessi alle piccole e medie imprese che vantano crediti nei confronti delle imprese ammesse all’amministrazione straordinaria 

Senza alcun impegno, siamo a disposizione per valutare l'opporetunità esistente, su tutto il territorio nazionale, per le singole imprese, secondo quando previsto dalle normative in oggetto.

Lo staff di Harpo Management Srl 

>> Richiedi un CONTATTO GRATUITO

                                                                                       Image                                                 

                                                   Clicca qui e scarica la SCHEDA FONDO DI GARANZIA L. 662/96