Stampa

ico_sicurezza29/04/2011 - A seguito del noto incidente di Torino presso la ThyssenKrupp, la recente sentenza ha visto l'applicazione del D.Lgs. 231/01 e s.m.i. e del relativo apparato sanzionatorio con importanti conseguenze a carico dell'Impresa interessata...

Le pene inflitte sono state le seguenti:

Herald Espenhahn, amministratore delegato per l’Italia della multinazionale, è stato condannato a 16 anni e mezzo di reclusione, mentre i consiglieri delegati Marco Pucci e Gerald Priegnitz, il direttore dello stabilimento torinese Giuseppe Salerno e il responsabile del servizio prevenzione rischi Cosimo Cafueri sono stati condannati a 13 anni e mezzo di reclusione. Per Daniele Moroni, dirigente con competenze nella pianificazione degli investimenti in materia di sicurezza antincendio, la pena comminata è stata di 10 anni e 10 mesi.


La società TyssenKrupp Acciai Speciali Terni S.p.A., in virtù dell’applicazione del Decreto legislativo 231/01 e s.m.i., è stata condannata:

-al pagamento della sanzione di 1 milione di euro
-all’esclusione da contributi e sovvenzioni pubbliche per sei mesi
-al divieto di pubblicizzare i prodotti sempre per sei mesi
-alla confisca di 800mila euro
-con la pubblicazione della sentenza sui quotidiani nazionali

Si ipotizza che i costi dovuti per i risarcimenti alle parti civili, possano superare i 20 milioni di euro.

Situazioni come queste, possono essere evitate applicando le misure atte alla salvaguardia della salute e sicurezza dei lavoratori, richiamate dal D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e applicando il D.Lgs. 231/01.

Contattati anche cliccando qui e ti forniremo l'assistenza necessaria per approfondire le tematiche in oggetto per la Tua impresa.

Lo staff di Harpo Management Srl 

Lo staff di Harpo Management Srl

tel 0832.364614

fax 0832. 367518

email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.