Stampa

ico_sicurezza07/04/2011 - Dal 1.1.2011 è obbligatorio eseguire la valutazione definitiva del rischio stress lavoro-correlato secondo procedure vincolanti nel DVR, quali la Programmazione temporale delle attività di valutazione e l’indicazione del termine finale di espletamento.

 La valutazione dei rischi da stress lavoro-correlato, prevista dagli articoli 6, comma 8, lettera m-quater, e 28, comma 1-bis, del Testo Unico per la sicurezza sui luoghi di lavoro (Dlgs 81/2008 e s.m.i.), è definita come “condizione che può essere accompagnata da disturbi o disfunzioni di natura fisica, psicologica o sociale ed è conseguenza del fatto che taluni individui non si sentono in grado di corrispondere alle richieste o aspettative riposte in loro”

 Tutte le Aziende devono attuare un vincolante percorso metodologico, riassumibile in 7 punti:

  1. i dipendenti vanno suddivisi in gruppi omogenei per identica esposizione al rischio stress e ogni gruppo omogeneo va valutato separatamente;
  2. vanno valutati anche dirigenti e preposti, che costituiranno uno o più gruppi omogenei;
  3. va sempre eseguita per ogni gruppo omogeneo una valutazione preliminare che consiste nella rilevazione di indicatori oggettivi e verificabili, appartenenti a tre famiglie:
  1. in base al risultato della valutazione preliminare per ciascun singolo gruppo omogeneo, si giunge all’identificazione di specifici fattori di rischio e conseguentemente vanno pianificate le misure correttive;
  2. In base al risultato potrebbe essere necessario ripetere la valutazione preliminare dopo 12 mesi o nei casi di maggior rischio programmare una valutazione approfondita che prevede la valutazione della percezione soggettiva dei lavoratori attraverso strumenti quali questionari, focus group, interviste semi strutturate, sulle famiglie di fattori/indicatori previsti nella valutazione preliminare. In ogni caso la valutazione preliminare va ripetuta ogni 2 anni;
  3. Il programma di esecuzione va anticipatamente indicato nel DVR nei primi mesi del 2011;
  4. I risultati della valutazione preliminare vanno inseriti nel DVR così come l’eventuale valutazione approfondita.

La valutazione del rischio stress lavoro correlato è parte integrante della valutazione dei rischi, pertanto, la non esecuzione o l’inadeguata esecuzione portano alla stessa responsabilità grave dell’omissione di redazione del DVR.

Contattati anche cliccando qui e ti forniremo l'assistenza necessaria

Lo staff di Harpo Management Srl 

Lo staff di Harpo Management Srl

tel 0832.364614

fax 0832. 367518

email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.