Stampa
Image15/11/2011 - Gli artt. 49 e 50 del D.Lgs 163/06 hanno introdotto nell'ordinamento italiano vigente l'istituto dell'avvalimento sia in funzione della partecipazione alle gare d'appalto, sia in relazione alla possibilità di conseguire l'attestazione SOA.
In particolare, a mente dell'art. 49 del Codice, l'impresa (c.d. ausiliata), "in relazione ad una specifica gara di lavori, servizi, forniture può soddisfare la richiesta realtiva al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico, organizzativo, ovvero di attestazione della certificazione SOA avvalendosi [è, di fatto, una sorta di "prestito" ] dei requisiti di un altro soggetto o dell'attestazione SOA di un altro soggetto [c.d. impresa ausiliaria]".
Il Codice, peraltro, ha previsto una disciplina dettagliata dell'istituto dell'avvalimento. In primo luogo, al fine della partecipazione alle gare d'appalto, si è previsto che anche l'impresa ausiliaria dichiari di possedere i requisiti di ordine generale previsti dal precedente art. 38 e, ancora, che gli obblighi imposti dalla normativa antimafia si applichino, oltre che a carico dell'impresa ausiliata, anche al soggetto ausiliario.
E' fatto divieto, inoltre, a pena di esclusione, che in relazione a ciascuna gara della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente e che partecipino sia l'impresa ausiliaria che quella ausiliata.
Quanto, invece, alla possibilità di ottenere l'attestazione SOA per mezzo dell'avvalimento, l'art. 50 del Codice ha individuato i principi cardine, demandando al Regolamento l'individuazione delle procedure e dei requisiti necessari allo scopo. Tali principi, preordinati a garantire che il rapporto tra ausiliata ed ausiliaria abbia carattere duraturo e strutturato, sono:

Nell'art. 49 del Codice viene ribadita la responsabilità solidale tra impresa ausiliata ed impresa ausiliaria nei confronti della stazione appaltante.

Infine, il comma 2 del medesimo articolo prevede che l'omessa o non veritiera comunicazione delle circostanze che fanno venir meno la disponibilità delle risorse comporta l'applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie previste dal Codice (fino ad € 25.822 e fino ad € 51.454 a seconda della fattispecie), nonché la sospensione dell'attestatom SOA per un periodo compreso tra i sei mesi ed in tre anni.

Sulla base di tali presupposti, l'art 88 del DPR 207/10 specifica che, per conseguire l'attestazione SOA mediante l'avvalimento, l'impresa ausiliata deve possedere in proprio i requisiti di ordine generale (assenza di sentenze di condanna per reati ostativi, assenza dello stato di fallimento, regolarità contributiva, ecc.). Tali requisiti, infatti, non possono costituire oggetto di avvalimento, consistendo in elementi che devono essere posseduti da ciascun soggetto che intenda contrarre con la pubblica amministrazione.

L'impresa ausiliata può invece dimostrare la sussistenza dei requisiti di ordine speciale (di natura economico-finanziaria e tecnico-organizzativa) anche mediante i requisiti resi disponibili dall'impresa ausiliaria. Tale obbligo è dettato dalla necessità di evitare che, per effetto dell'avvalimento, i requisiti di ordine speciale già posseduti dall'impresa ausiliaria non siano più verificati da parte della SOA.

Viene ribadito, infine, l'obbligo per l'ausiliaria di mettere a disposizione le risorse oggetto dell'avvalimento per tutto il periodo di validità dell'attestato SOA.

E' opportuno sottolineare, tuttavia, che, come disposto dall'art. 357 comma 24 come modificato dal Dl 70/11, ai fini della predisposizione dei bandi o degli avvisi di gara, nonchè in caso di contratti senza pubblicazione di bandi o avvisi ai fini della predisposizione degli inviti a presentare offerte, la qualificazione SOA mediante avvalimento si applica a decorrere dall'8 giugno 2011.

Se vuoi acquistare con la tua Società, le quote di una NUOVA e REFERENZIATA Srl, già qualificata SOA, con la quale partecipare immediatamente a gare d'appalto o mediante la quale poi attestare anche la tua impresa visiona l'annuncio di questa opportunità che Vi consigliamo cliccando qui.

Se vuoi conseguire o rinnovare, nel migliore dei modi, l’Attestazione SOA e vuoi rateizzare, senza interessi, il costo della stessa, alle tariffe minime di mercato, contattaci cliccando qui o chiamaci al 0832.364614.

Cliccando sul presente link, invece, potrete accedere alla selezione delle principali opportunità di acquisto rami aziendali già da noi positivamente valutate.
Qualora vogliate partecipare ad importanti bandi di gara pubblici, in allegato, Vi evindeziamo il link con le Schede aggiornate delle ultime opportunità disponibili di acquisto di Quote Societarie di Nuove Società - da noi garantite al 100% - con validi rami SOA già acquisiti (sfruttando la celerità e tutti i benefici di tali operazioni) con Attestazione Soa che scadrà tra 5 anni (fine 2016).
Confidando di averVi reso un utile servizio, Vi ringraziamo per l'attenzione prestata e restiamo a Vs. disposizione per quanto sia necessario.
Lo staff di Harpo Management Srl
tel 0832.364614 - fax 0832. 367518
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
>> Cessioni Rami di Azienda SOA - la nostra selezioneImage
>> FAQ compra-vendita rami azienda SOA Image
>> News attestazione SOA
>> Verifica ON LINE i tuoi requisiti SOA
>> Richiedi senza impegno INFORMAZIONI o un CONTATTO gratuito
Provvederemo, in TUTTA ITALIA, senza alcun costo o impegno, a fissare un incontro con un Funzionario Responsabile, per approfondire gli aspetti legati alla Tua Impresa.