dx_Info tel
sfondo_header
IN EVIDENZA
Ricerca CONSULENTI COMMERCIALI

ImageNell’ambito della nostra attività di Consulenza Direzionale specializzata nell'implementazione di Sistemi di Gestione Aziendali...

Ricerca Promotori e Consulenti SOA (3)

ImageRicerchiamo su tutto il territorio nazionale Promotori e Consulenti SOA con cui valutare eventuali rapporti di collaborazione...

Quote Srl newco OG9 II - OS30 III/bis - OG1II

Vuoi partecipare a gare per lavori edili, impianti elettrici, fotovoltaici, eolici, biomasse, efficentamento energetico degli edifici, etc?Non hai i requisiti? AQUISTA SOCIETA' CON REQUISITI SOA....


Si cedono quote societarie o complesso aziendale con requisiti aggiornati e completi per la qualificazione SOA nella categoria OG1 II ed OS30 III e per appalti sottosoglia in OG9 ed OG10 con cui è possibile partecipare, da subito, a bandi pubblici per:

  1. edilizia in generale civile e industriale sino a circa 614.000 €
  2. impianti interni elettrici, telefonici, radiotelefonici e televisivi sino circa 1.200.000 €
  3. fotovolici, eolici, energie rinnovabili, efficentamento energetico degli edifici sino a 150.000 €
  4. impianti per la trasformazione alta/media tensione e per la distribuzione di energia elettrica in corrente alternata e continua ed impianti di pubblica illuminazione sino a 150.000 €

>> CLICCA E SCARICA SCHEDA DETTAGLIATA

OPERAZIONE GARANTITA 100%

   Facilitazioni nei pagamenti   

Clicca e scopri tutte le opportunità d'affari con gli Enti Pubblici in ogni categoria SOA

 accesso libero1

Mediante l'operazione di acquisto del ramo di azienda o delle quote societarie, da noi già positivamente valutato, lpotrai essere ammesso a partecipare a gare di appalto bandite da Comuni, Province, Regioni, Università, Asl, ed Enti pubblici in generale per le categorie interessate.

Per informazioni, qualora veramente interessati, contattare i nostri uffici al 0832.364614 o inviarci una email per poter essere ricontattati. 

N.B.:  Vi preghiamo di contattarci comunicando i Vs. riferimento completi.

Per comodità, potete utilizzare il coupon scaricabile  downloadcliccando qui.

 

 Per procedure organizzative, ad ogni modo, NON verranno esaminate richieste incomplete

Lo staff di Harpo Management Srl  

tel  0832.364614 - fax 0832.367518 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

>> clicca e RICHIEDI INFORMAZIONI o CONTATTO GRATUITO

 

>> Calcola ON LINE il costo del tuo attestato SOA

>> Impresa Attestate

>> Determinazioni Autorità

>> Delibere Autorità 

>> Cessioni Rami di Azienda SOA - la nostra selezioneImage

 >> FAQ compra-vendita rami azienda SOA Image

>> News attestazione SOA

>> Verifica ON LINE i tuoi requisiti SOA

 

 accesso libero1

Quote Srl NewCo OG1 II - ATTESTATA SOA scadenza 2019 - OS30 III/bis - GARANTITA

Vuoi partecipare a gare per lavori edili, impianti elettrici, fotovoltaici, eolici, biomasse, etc? Non hai i requisiti? ACQUISTA NUOVA SRL GARANTITA e GIA' ATTESTATA ....

Fai Crescere La Tua Impresa. Scopri tutti gli appalti d'Italia con GARE ITALIA ON LINE

basta appalti 2Per monitorare e reperire giornalmente tutti gli Appalti e le Gare, senza limitazione, in modo facile, completo ed economico....

Image 20/07/2010 - Ecco le Principali novità introdotte con il consiglio dei Ministri del 18 u.s. che ha approvato il Regolamento attuativo al Codice Appalti e che, con la successiva pubblicazione in Gazzetta, entreranno, in parte, in vigore, decorsi ulteriori 180 giorni. 
Tra le novità, rispetto alle numerose versioni circolate precedentemente, è stato confermato lo stralcio dell’Allegato A1, che fissava regole più severe per la qualificazione delle imprese nelle categorie di opere specializzate.
 
Veniva infatti disposto che, per mantenere la qualificazione in alcune categorie specialistiche, le imprese dovessero dimostrare di possedere una specifica attrezzatura per ogni singolo lavoro, in misura fissa dal 2% all’8% del fatturato.

Nel testo approvato invece, resta invariata la disciplina che consente alle imprese generali di realizzare le opere speciali subappaltando i lavori alle imprese specialistiche.

Deluse, dunque, le aspettative delle imprese specializzate, che vedevano nella nuova norma il riconoscimento delle proprie specificità.

Preliminarmente alla disamina delle principali novità in tema di qualificazione degli esecutori lavori pubblici che entreranno in vigore come indicato è importante evidenziare come saranno inasprite, con validità IMMEDIATA, le sanzioni relative alle attestazioni Soa,.

Per le imprese, l’uso di certificati falsi sarà punito con una multa fino a 51 mila euro e con la sospensione dell’attività per un anno, mentre la mancata risposta alle richieste dell’Authority o delle Soa comporterà una multa fino a 25 mila euro.

Anche le Soa rischieranno sanzioni pecuniarie, sospensione dell’attività di attestazione e, in caso di gravi irregolarità, la decadenza dell’autorizzazione.

Queste norme entreranno in vigore 15 giorni dopo la pubblicazione del Regolamento in Gazzetta Ufficiale.

 

Le novità in materia di Qualificazione SOA

  1. Diventerà obbligatoria, per le imprese che vorranno partecipare alle gare per l’affidamento di appalti integrati e concessioni di lavori pubblici, la qualificazione SOA per progettazione e costruzione, nonché il possesso dei requisiti progettuali richiesti dal bando. Se l’impresa non possiede tali requisiti potrà avvalersi di un progettista.
  2. Nell’ottica di agevolare le piccole e media imprese introdotte due classifiche intermedie: si tratta della III bis, che consente di qualificarsi per lavori fino a 1.500.000 euro e della IV bis che consente di qualificarsi per lavori fino a 3.500.000 euro.
  3. Arrotondati gli importi di tutte le classifiche previste con le seguenti: I €  258.000; II - € 516.000; III - € 1.033.000; III bis - € 1.500.000; IV - € 2.582.000; IV bis - € 3.500.000; V - € 5.165.000; VI - € 10.329.000; VII - € 15.494.000; VIII - oltre € 15.494.000; 
  4. Ridotto (da 3 a 2,5 volte l’importo a base di gara) l’ammontare della cifra d’affari necessaria per partecipare a gare di importo superiore a 20.658.000 euro. La misura produrrà evidenti vantaggi a favore delle imprese di medie dimensioni ed anche a favore delle piccole che intendano concorrere in ATI.
  5. Agevolazioni per i consorzi stabili,  per cui il  corrispettivo spettante alle SOA è ridotto del 50% rispetto alla tariffa applicata alle imprese singole, e per le imprese qualificate fino alla II classifica per cui il corrispettivo spettante alle SOA è ridotto del 20%.
  6. Si consente che il valore delle attrezzature, non inferiore al 2% della cifra di affari necessaria per conseguire l’attestazione, sia costituito per il 40% da mezzi d’opera in noleggio (attualmente il 50%).
  7. Per la qualificazione nella categoria OG11, l’impresa  deve possedere, per la categoria di opere specializzate OS3, almeno il 40% dei requisiti di ordine speciale in rapporto alla classifica richiesta, mentre, per le categorie OS28 e OS30, almeno il 70%. L’impresa qualificata nella OG11 è abilitata ad eseguire lavori anche nelle categorie OS3, OS28 e OS30, per la classifica corrispondente a quella posseduta.
  8. I certificati di esecuzione di lavori relativi alla categoria OG11 dovranno indicare, oltre all’importo complessivo riferito alla OG11, anche gli importi riferiti alle singole categorie specializzate e che possono essere utilizzati unicamente per la qualificazione in tale categoria.
  9. Chiarito che la categoria OG11 può essere richiesta in un bando di gara - solo qualora sia presente un insieme di lavorazioni riferibili alle  tre categorie specializzate OS3, OS28 e OS30 e, inoltre, quando l’importo di ciascuna delle categorie sia almeno pari ad una percentuale dell’ammontare totale delle lavorazioni attinenti alla OG11 così ripartita: OS3: 10%,  OS28: 25% , OS30: 25%.
  10. Modificata anche la declaratoria della categoria OG11 contenuta  nell’allegato A del regolamento per cui la categoria si riferisce ad un insieme di impianti tecnologici tra loro coordinati ed interconnessi funzionalmente, non eseguibili separatamente, di cui alle categorie di opere specializzate individuate con l’acronimo OS3,  OS28 e OS30.
  11. Per la qualificazione nelle categorie OS per la I classifica di importo, l’impresa dovrà dimostrare, con l’estratto autentico del libro matricola, che nel proprio organico sia presente almeno un operaio qualificato, assunto con contratto di lavoro subordinato e munito di patentino certificato. Per ogni successiva classifica unità fino alla V il numero degli operai è incrementato di una unità, dalla VI classifica di due unità.  La disposizione si applica qualora i contratti collettivi nazionali di lavoro prevedano la figura dell’operaio qualificato con patentino certificato.
  12. Per l’esecuzione di appalti di progettazione e costruzione ovvero di concessioni, è necessario che lo staff tecnico dell’impresa possieda i requisiti richiesti per i progettisti. Diversamente l’impresa, pur attestata per progettazione ed esecuzione, deve associare o indicare in sede di offerta un progettista qualificato.
  13. Lo staff tecnico di progettazione deve essere composto da soggetti in possesso di laurea o, differentemente da quanto disciplinato dalla norma vigente, di laurea  breve, abilitati all’esercizio della professione di ingegnere ed architetto ovvero di geologo iscritti all’albo professionale e di diploma,  tutti assunti a tempo indeterminato e a tempo pieno.
  14. La vigente normativa prevede un incremento convenzionale della cifra d’affari e dell’importo dei lavori eseguiti da attribuire alle imprese in possesso di determinati requisiti (certificazione di qualità, patrimonio netto pari al 5% della cifra d’affari media annua dell’ultimo quinquennio ed altri requisiti tra cui quelli relativi al personale ed attrezzature non inferiori ai minimi stabiliti). L’attuale Regolamento prevede un incremento ancora maggiore nell’ipotesi in cui l’impresa, sussistendo tutti gli altri requisiti, abbia un patrimonio netto pari o superiore al 10% della cifra d’affari media annuale dell’ultimo quinquennio, con la conseguenza di una premialità superiore di circa il 30% in termini di maggiore fatturato figurativo e lavori. La misura è volta a favorire le imprese strutturate e maggiormente patrimonializzate.
  15. Definitivamente chiarito che il beneficio premiale si applica anche alle ditte individuali ed alle società di persone, che documentino i requisiti di premialità mediante l’esibizione del libro degli inventari o del bilancio di verifica.
    L’incremento premiale potrà essere utilizzato anche in caso di cessione o conferimento dell’intera azienda.
  16. Disciplinate le modalità con cui viene applicato l’istituto dell’avvalimento in sede di attestazione SOA. La qualificazione SOA mediante avvalimento è possibile solo se fra l’impresa ausiliaria e quella ausiliata sussista un rapporto di controllo, ai sensi dell’art. 2359, commi 1 e 2, del codice civile; oppure quando entrambe le imprese siano controllate da una stessa impresa. Il Regolamento precisa che:   - l’impresa ausiliaria assume l’obbligo di mettere a disposizione le risorse oggetto di avvalimento in favore dell’impresa ausiliata, per tutto il periodo di validità dell’attestazione SOA; - l’impresa ausiliata deve possedere, in proprio, i requisiti generali, mentre può dimostrare la presenza di quelli speciali (ovvero quelli economico-finanziari e tecnico-organizzativi) anche mediante i requisiti resi disponibili dall’impresa ausiliaria.
  17. È fatto obbligo all’impresa ausiliaria ed a quella ausiliata di comunicare alla SOA ed all’Autorità (entro 15 gg.) l'eventuale venir meno del rapporto di controllo, nonché le circostanze che abbiano fatto cessare la messa a disposizione delle risorse oggetto di  avvalimento; entro i successivi 15 gg., la SOA deve provvedere a revocare l’attestazione dell’impresa ausiliata.
  18. Per l’attestazione mediante avvalimento, viene utilizzato dalle SOA uno specifico modello predisposto ed approvato dall’Autorità, da cui emerga il ricorso all’avvalimento stesso.
  19. Con particolare riferimento al requisito relativo ai lavori eseguiti, viene disposto che questi lavori debbano avere natura analoga a quelli oggetto dell’appalto cui l’impresa intenda partecipare.
    Entro questa fascia d’importo, le imprese in possesso di attestazione SOA relativa ai lavori da eseguire non sono tenute a comprovare i requisiti con elementi probatori diversi dall’attestazione stessa.
  20. Incrementato l’elenco delle opere super specialistiche, ovvero di quelle opere di importo singolarmente superiore al 15% dell’importo totale dei lavori, che, in base alla modifica del terzo decreto correttivo al codice, possono essere concesse in subappalto nei limiti del 30% e per il restante 70% obbligano la costituzione di ATI verticali, nel caso in cui le relative categorie non siano possedute dal concorrente.
  21. Se di importo superiore al 10% del lavoro o comunque superiore a 150.000 Euro, non possono essere eseguite direttamente dalle imprese qualificate per la sola categoria prevalente, se prive delle relative adeguate qualificazioni, le lavorazioni relative alle categorie OG, alle categorie super specialistiche sopra menzionate ed alle categorie OS a qualificazione obbligatoria. La qualificazione non è obbligatoria solo nelle categorie OS 1 - Lavori in terra; OS 6 -  Finiture di opere generali in materiali lignei, plastici, metallici e vetrosi; OS 7 -Finiture di opere generali di natura edile e tecnica; OS 23 - Demolizione di opere; OS 26 - Pavimentazioni e sovrastrutture speciali;  OS 32 - Strutture in legno). Tali categorie sono comunque subappaltabili.
  22. Le categorie OS8, OS12, OS22, con il nuovo regolamento, sono divenute a qualificazione obbligatoria.
  23. Le imprese qualificate nella categoria OG sono abilitate a partecipare alle gare per la manutenzione della stessa opera generale.
  24. Introdotte categorie completamente nuove, anche frazionando alcune categorie del DPR 34/00.
  25. Introdotta ex novo la categoria OS35 che riguarda la costruzione e la manutenzione di qualsiasi opera interrata mediante l’utilizzo di tecnologie non invasive e comprende in via esemplificativa le perforazioni di tipo orizzontale effettuate con particolari apparecchiature e macchinari.
  26. Sdoppiate OS2, OS12 e OS18.
  27. Definitivamente inserite nella OG10 le opere di costruzione, di manutenzione e di ristrutturazione degli impianti di pubblica illuminazione, da realizzare all’esterno degli edifici.
  28. Nella categoria OS7 vengono introdotte la fornitura e la posa in opera, la manutenzione o la ristrutturazione di opere quali isolamenti termici e acustici, controsoffittature e barriere al fuoco, prima ricompresse nella categoria OS8 che adesso ricomprende invece le sole lavorazioni relative alle impermeabilizzazioni.
  29. Qualsiasi tipo di indagine geognostica, prima ricadente nella OS21, oggi viene correttamente inserita in OS20, insieme ai rilevamenti topografici. La OS21 riguarda  dunque esclusivamente le opere strutturali  
Per qualunque informazione in merito allle normative sulla qualificazione SOA ed alle conseguneze dirette che avranno sull' attestato SOA o sulla procedura in animo di avviare per la Tua impresa, contattaci e, senza alcun impegno, saremo lieti di soddisfare le Tue esigenze e qualora lo riterrai opportuno, consigliarTi, senza costi aggiunti e con comode modalità di pagamento, sulle piu' corrette ed economiche procedure per Qualificare la Tua Impresa o positivamente sfruttare le nuove disposizioni.

Lo staff di Harpo Management Srl 

tel 0832.364614 - fax 0832. 367518 

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

>> Cessioni Rami di Azienda SOA - la nostra selezioneImage

>> FAQ compra-vendita rami azienda SOA Image

>> News attestazione SOA

>> Verifica ON LINE i tuoi requisiti SOA

>> Richiedi senza impegno INFORMAZIONI o un CONTATTO gratuito

Harpo Management S.r.l. Via G. Garibaldi, 13 73010 Surbo (Le) P.IVA 03739150757
Powered by SEI Consulting s.r.l.