Stampa

Image 07/11/2009 Pubblicata la nuova norma EN 16001 “Sistemi di gestione per l’energia” che rappresenta il complemento “energetico” di altri due prodotti normativi ormai affermati,  "9001" sui sistemi di gestione per la qualità e la "14001" sui sistemi di gestione ambientale.

Circa l’80% dell’energia consumata nell’Unione europea deriva da combustibili fossili: petrolio, gas naturale e carbone. Le ricadute ambientali di questo sistema, unitamente a questioni di sicurezza e alle inevitabili implicazioni economiche, rendono essenziale un uso più razionale e una migliore gestione complessiva dell’energia, per giungere a un reale sviluppo sostenibile. .

Il documento, sviluppato dalla Task Force CEN/CENELEC TF 189 il cui coordinamento è stato affidato da UNI al Comitato Termotecnico Italiano (CTI), specifica i requisiti per un sistema di gestione dell’energia e mette in grado un’organizzazione di avere un approccio sistematico per un miglioramento continuo delle proprie prestazioni energetiche: un miglioramento che si traduce in un uso più efficiente e più sostenibile dell’energia, indipendentemente dalla sua tipologia. La norma di per sé non definisce specifici criteri prestazionali relativi all’energia. La EN 16001 aiuterà semplicemente le imprese che intendono adottarla ad organizzare sistemi e processi volti al miglioramento dell’efficienza energetica: una gestione che porta a benefici economici e alla riduzione delle emissioni di gas serra. Si tratta di un documento tecnico utile per le imprese di qualsiasi dimensione e di qualsiasi tipologia, che è in grado di adattarsi a svariate condizioni geografiche, culturali e sociali. La EN 16001 può essere adottata indipendentemente o integrarsi perfettamente con altri sistemi di gestione. Per facilitarne l’uso, la struttura della norma è simile a quella della celebre ISO 14001 (sui Sistemi di Gestione Ambientale) e segue la stessa metodologia del Plan-Do-Check-Act, rendendo quindi molto semplice l’integrazione tra i due diversi sistemi.

In pratica la nuova norma EN 16001 si applica alle organizzazioni che desiderano:

1. migliorare le proprie prestazioni energetiche in modo sistematico
2. organizzare, sviluppare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia
3. assicurarsi che questo sia conforme alle proprie politiche energetiche dichiarate
4. dimostrare tale conformità
5. ottenere la certificazione del proprio sistema di gestione dell’energia da parte di un’organizzazione terza
6. fare una auto-valutazione e una auto-dichiarazione di conformità alla norma

Chi dovrebbe utilizzare la EN 16001?


Principalmente le organizzazioni che consumano quantità significative di energia, gli ingegneri e i consulenti che operano nel settore dell’energia e in genere figure sia pubbliche che private. A differenza di una qualsiasi linea guida che fornisce un generico supporto per lo sviluppo di un sistema di gestione per l’energia, la norma EN 16001 garantisce la possibilità di un percorso di certificazione di conformità o di auto-dichiarazione, in totale analogia alla UNI EN ISO 9001 o UNI EN ISO 14001.

Pubblicata dal CEN il 1° luglio 2009, la norma EN 16001 sarà adottata in ambito nazionale da UNI entro la fine dell’estate. Si sottolinea l’importanza di questo documento che nasce proprio per facilitare il perseguimento degli obiettivi della Direttiva 2006/32/CE concernente l’efficienza degli usi finali dell’energia e i servizi energetici e recante abrogazione della direttiva 93/76/CEE del Consiglio nel cui testo di recepimento nazionale (Decreto Legislativo n. 115/08, art. 16) si fa espressamente riferimento “… all’adozione di apposita norma tecnica sui ’sistemi di gestione dell’energia’ da parte di UNI-CEI, cui seguirà una procedura di certificazione per tali sistemi da approvare con successivo decreto”. Il tema della gestione dell’energia non si esaurisce con la EN 16001: recentemente si è chiusa l’inchiesta pubblica CEN sul prEN 15900 “Energy efficiency services - Definitions and essential requirements” - i cui lavori sono svolti da un Gruppo di Lavoro a coordinamento italiano, affidato da UNI al CTI, e sotto la supervisione della citata Task Force 189 - che si prefigge l’obiettivo di costituire un riferimento per appropriati schemi di certificazione, di accreditamento o di qualificazione per fornitori di servizi energetici e di fornire una guida utile sia per clienti che per fornitori di servizi di efficienza energetica.

Per completare il quadro di un programma normativo a 360° che si pone l’obiettivo di mettere a disposizione degli operatori un pacchetto completo di norme sulla gestione e l’efficienza energetica entro la fine dell’anno, a livello puramente nazionale verranno presto messi in inchiesta pubblica due progetti di norma UNI, uno relativo alle ESCO – società che forniscono servizi energetici - e uno relativo agli esperti in gestione dell’energia, meglio conosciuti come energy manager.

Entrambe le norme sono richieste dal citato articolo 16 del D.Lgs. 115/2008 che, anche in questo caso, prevede la successiva approvazione di procedure per la certificazione volontaria.

Per qualunque informazione, contattateci, saremo lieti di offrirVi, senza alcun impegno, ampie delucidazioni in materia.

Lo staff di Harpo Management Srl

tel 0832.364614 - fax 0832.367518

email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.