Stampa

Image01/02/2013 - Stop ai certificati antimafia delle Camere di Commercio. Con l'entrata in vigore del nuovo codice le P.A. saranno sempre obbligate a passare dalle Prefetture per acquisire la documentazione antimafia.

Scatta anche il raddoppio (da 6 a 12 mesi) del periodo di validità dell'informazione. Da una parte il raddoppio di validità dell'informazione antimafia, dall'altra l'addio alla possibilità di acquisire la comunicazione attraverso le Camere di Commercio. Nel bilancio tra semplificazioni e nuovi adempimenti legati all'entrata in vigore delle nuove regole antimafia per le S.A. rischia di pesare di più la seconda novità.

Con il pericolo di un aggravamento burocratico per le amministrazioni e la creazione di nuove strozzature nell'attività di prefetture già piuttosto ingolfate. La "rivoluzione" delle nuove regole antimafia scatterà il 12 febbraio, quando entreranno definitivamente in vigore le regole contenute nel libro II del codice antimafia (Dlgs 159/2011) "scongelate" dal Governo con il decreto legislativo 218/2012. Molte le novità.

E con queste anche gli aspetti ancora in attesa di un chiarimento definitivo

Lo staff di Harpo Management