Stampa

Image 08/09/2009 Il Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, ha firmato un decreto che prevede uno specifico regime di agevolazioni per investimenti produttivi nelle aree tecnologiche, individuate dai "Progetti di Innovazione Industriale",

per l'efficienza energetica, la mobilità sostenibile, le nuove tecnologie per il "made in Italy", la vita e quelle innovative per i beni e le attività culturali, lo sviluppo di piccole imprese di nuova costituzione.
Le risorse dovrebbero consentire l'avvio di circa 300 nuovi progetti avanzati e, in media, si prevede che ciascuna iniziativa innescherà impieghi per 4-5 milioni di Euro, di cui metà a carico delle casse pubbliche.

Il decreto agevolerà anche i programmi di investimento ad alto contenuto di innovazione nelle Regioni Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, utilizzando le disponibilità comunitarie 2007-2013 provenienti dal Programma Operativo Nazionale "Ricerca e Competitività" e dal Programma Operativo Interregionale "Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico". In particolare è prevista l'agevolazione delle spese per acquisto e costruzione di immobilizzazioni riguardanti:


- il suolo aziendale e sue sistemazioni (massimo 10% dell'investimento complessivo assimilabile); 

- opere murarie e assimilate;- infrastrutture specifiche aziendali;

- macchinari, impianti e attrezzature;

- software commisurato alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa, brevetti, licenze, know-how.



Le agevolazioni possono essere concesse in maniera alternativa o congiunta:

- contributi in conto impianti, non rimborsabili;

- in conto interesse determinando l'abbattimento del tasso d'interesse dei finanziamenti concessi dalle banche fino a un massimo dell'80% del tasso di riferimento;

- finanziamento agevolato, concesso a tasso ridotto pari al 20% del tasso di riferimento; 

- garanzia sui finanziamenti concessi da istituti di credito.

 

 Lo staff di Harpo Management Srl 

>> Richiedi un CONTATTO GRATUITO

 

                                                                                     Image                                                 

                                                                Clicca qui e scarica il testo del decreto