Stampa
ImageLo schema GLOBALGAP (ex EurepGap)
Dal settembre 2007 lo schema Eurepgap ha cambiato nome ed è diventato GLOBALGAP. Questo cambiamento vuole sottolineare il crescente ruolo internazionale di questa organizzazione. Lo standard GLOBALGAP costituisce un punto d'incontro tra i dettaglianti ed i produttori agricoli ed è nata allo scopo di stabilire un protocollo comune per la coltivazione di prodotti agricoli, più rispondente alle moderne esigenze dell'agricoltura sostenibile.

Il risultato di tale lavoro è lo schema per la certificazione delle Good Agriculture Practices - GAP, denominato Eurep Gap. Lo schema prevede che un organismo indipendente accreditato secondo la norma internazionale EN 45011 certifichi la corretta applicazione del protocollo, basato su:

  • Uso di tecniche riconosciute di lotta integrata;
  • Adozione di attenzioni specifiche per la protezione ambientale;
  • Cura degli aspetti igienici nella manipolazione dei prodotti alimentari;
  • Rispetto dei requisiti generali per la salute e la sicurezza dei lavoratori agricoli;
  • Rispetto della normativa specifica nel trattamento dei lavoratori.
La documentazione specifica (disponibile anche in italiano nel sito www.globalgap.org) è costituita dal protocollo vero e proprio, contenente i requisiti da soddisfare, i criteri di conformità (con indicazioni operative per soddisfare i requisiti), la lista di riscontro (da utilizzare nelle attività di verifica sia interna che esterna), il regolamento generale.
Dal 1 gennaio 2008 è entrata in vigore la versione 3 dello Standard, il “Globalgap Integrated Farm Assurance (IFA)”. Il nuovo Standard è composto da diversi moduli che sono in parte comuni e applicabili alle diverse filiere produttive e in parte specifici per la tipologia di prodotto considerato.

>> Richiedi senza impegno INFORMAZIONI o un CONTATTO gratuito